mercoledì 14 dicembre 2011

Pinhole!



Cucù!
Sollevo dei fogli di carta e sotto ci sono le foto che cercavo, ma pensa tu dove erano finite. Questa è stata fatta al nuovo mercato a Testaccio l'estate scorsa.
L'ho "scattata" con una scatola di sigari (Cohiba, mica pizza e fichi) e la carta Harmann positive che fa circa 4 ASA.

Ma dove avrò messo le altre??

giovedì 8 dicembre 2011

a volte ho paura

Io faccio confusione. Mi scordo delle date importanti di persone a cui voglio molto bene.
Oggi sono a riposo ma per tre giorni sono stato con gli occhi fuori dalle orbite per l'agitazione.
Anche ieri, giorno in cui dovevo fare una semplice telefonata, una minuscola ed elementare telefonata del piffero ho smesso di parlare e ascoltare e delirare solo verso la mezza; poi abbiamo ripreso nel pomeriggio.
Qualcuno intorno a me è sereno e tranquillo: beato lui.
Qualcuno è inconsapevole: beato lui lo stesso.
Gli altri vivono momenti e giornate un pò più movimentate.
Spero molto che quelli fuori porta ce la facciano, spero che le strade divergano invece che cozzare e spero di farcela io.

E comunque la bolleta della luce era arrivata. Un mese fa; ed era scomparsa sotto un mucchio di altre macerie di questo anno...
,non so che aggettivo usare, che ricorderò.

mercoledì 7 dicembre 2011

I grandi spazi della California (desiderio)



Dunque io domenica me ne stavo bel bello in santa pace a casa del babbo per il suo compleanno, si mangiava e si chiaccherava in tranquillità, quando, "ting", suona un campanello d'allarme ma la giornata prosegue felicemente tra passeggiate e mostre fotografiche.
Lunedì mattina invece già si prevedono catastrofi, piove e il tempo fa schifo, che difatti avvengono. Arrivo di buon ora al lavoro e inizio a trasportare casse di fumetti che di li a poco devono essere spedite via, 30 casse da molti chili su e giù per le scale...il trasportatre che doveva passare molto presto ancora non si è visto...sigh. Poi inizia una sarabanda di telefonate una più inquietante dell'altra, fino a che smontano le incavolature e quasi si placa la tempesta.
Ore 10.00 del mattino di lunedì e sono già distrutto fisicamente e psicologicamente.
Martedì da capo ma il tutto dilazionato nell'intera mattinata.
Inizio a temere di uscire di casa la mttina...
Per oggi si prevede ancora una giornata di "cornetta rovente"!

domenica 27 novembre 2011

una domenica



23/11/2011
Sono ancora a "orribile e fastidioso" con solo un grado di fastidio in meno. Così inizia là mattinata e proseguirà chissà come ma almeno non piove e potrò usare la bicicletta.
Ho fatto tutto quello che dovevo? Ho preparato tutto quello che mi devo portare dietro? Mah, ora ho il cervello un poco fermo e spero di si, scoprirò in corsa cosa mi sono dimenticato.

24/11/2011
Forse ce la faccio a passare la giornata.
La gente si ferma e nessuno compra più nulla nel momento peggiore per la rid(icola)ente attività di cui faccio parte.

27/11/2011
La mattina presto in sala un raggio di sole illumina di taglio il tavolo ingombro di molte cose. Ho provato a fotografarlo anche se credo che non ne verrà fuori un granchè.
Ho dormito molto stanotte e molto sognato, ingarbugliando la dentro al cervello realtà e fantasia ma è stato quantomeno divertente, gli ultimi scampoli di ricordi stanno or ora svanendo per lasciare spazio alla realtà.
Devo uscire, voglio uscire. Foto, luoghi, cibo; in quale ordine non so ma l'essenziale è "la calma", la lentezza.

lunedì 21 novembre 2011

shopping?!




Manca poco alla mia fuoriuscita da casa per fare delle cose che vanno da "orribile e fastidioso" a "bello ma dispendioso" ed è inutile ribadire che non vorrei fare un bel niente di tutto ciò.
Quantomeno ho dormito bene ed ho una qualche energia per portare a termine il tutto.

Il cervello stimola il corpo ma non nel modo che vorrei.

Cosa accadrà questa settimana? Non ne posso più dei colpi di scena, mi stressano e si prolungano fino a diventare norma.

Vado...

mercoledì 16 novembre 2011

supposte




...sono tornato a casa, alla televisone c'è della gente che discute "tecnicamente" del governo ma non mi interessa; cerco la tranquillità in mozzarella e sigari e la pasta con i broccoli che sto preparando sicuramente mi porterà conforto.
Guardo le foto che vorrei caricare in rete e forse vedo qualcosa di bello.
Al lavoro un'allegra giornta di tensione assurda, sguardi obliqui e frasi di circostanza, non capisco se dettate dall'incoscienza o dall'ignoranza. Il mondo continuerà a girare e devo rimanere calmo. Negli anni ho fatto progressi ma ancora il fisico si adegua felicemente allo stress. Producendone in quantità.
Magari sarò sbagliato o forse migliaia di anni di selezione naturale sono giusti e devo sentirmi così.
Domani sarà peggio e nemmeno pioverà.
Voglio un volto o almeno una voce...ora userò il telefono e si vedrà...

mercoledì 9 novembre 2011

...tristessa per favore vai viaaaa...

Se ne va. Via la corte dei miracoli, via nani e ballerine, addio per sempre addio.
Un modo di pensare, di mostrarsi, di parlare, di vivere squallido e piccolo scomparirà.

Sdoganiamo finalmente la gentilezza, l'onestà, la cortesia.
Torniamo padroni del nostro corpo e del nostro pensiero.

Oggi saluteremo con garbo i nostri vicini.

Berlusconi.

Addio.

domenica 6 novembre 2011

...dalla sardegna con furore...

Cacchio.
I soci mi stressano e la mia (non più) ridente attività sembra andare a rotoli.
Così non mi addormento e vago per casa irrequieto.
La soluzione, per ora, è un consumo smodato e irrazionale di superalcolici, sigari e cibi a base di glutammato.
Niente di sano e nulla di sensato.
Che palle!

martedì 1 novembre 2011

Per quanto ancora?

E' martedì primo novembre ed è festa, anche se io sono intimamente convinto che sia domenica dato che di martedì non si festeggia ma si lavora. Due giorni fa, di domenica appunto, ero a Lucca alla fiera del fumetto dove mi ero recato come ogni anno in pellegrinaggio.
Una bella giornata di sole e una fiera ricolma di giovani e meno giovani vestiti come personaggi di cartoni e fumetti, ma di loro poco mi importa; inutile massa di cervelli sbrindellati dall'eccessivo consumo di immagini in movimento.
Eppure nel mio stanco girovagare mi sono imbattuto, quasi per sbaglio, in emozioni ancora una volta forti anche se troppo frettolose...
Vedo un signore col capello bianco e l'aria compassata che fa disegni sulla seconda di copertina del libro a lui dedicato: è Vittorio Giardino, uno dei più grandi disegnatori italiani di sempre. Lo guardo per un pò muoversi sul foglio bianco, vedo apparire i contorni del volto del suo personaggio più famoso, poi mi allontano felice: nel mondo ci sono ancora delle persone da ammirare.
Riesco a dispetto di tutto a vedere le mostre, una delle quali è dedicata agli illustratori dei romanzi di Salgari, di cui ricorre il centenario della morte. Pirati! E corsari e navi e combattimenti all'arma bianca, principesse e tesori nascosti! Ah! Quelli si che erano tempi avventurosi e splendidi, soli in mezzo al mare o persi nella giungla di misteriose isolette, eroici e solitari con davanti solo l'orizzonte sterminato delle onde.
Per ultima la mostra dedicata a David Lloyd il disegnatore di V for Vendetta; un tipo diverso di emozione, più intima, che mi ha riportato indietro nel tempo ad una realtà più vera, quella della mia crescita, ignara colpevolmente di un futuro già delineato nelle pagine che avevo in mano a quel tempo.
Tempus fugit. Si fa tardi e rientriamo all'ovile, ognuno col suo carico di carta, per me due soli albi quest'anno.
Il solito ristorante di classe, primo di mare con un sughetto abbondante e delizioso e secondo di carne e patate al forno. Dolce, preparato lì per lì e grappino finale.
Ma ancora una sorpresa mi attendeva prima del rientro tra le mura domestiche; il negozio finto-bulgaro, non saprei descriverlo altrimenti, molto di classe ma con gli scaffali vuoti...una triste metafora dell'europa che sta arrivando...

domenica 23 ottobre 2011

...un'anteprima?



Era estate e bruciavo le pellicole Polaroid che si liquefacevano tra le mie mani per il troppo caldo...

Ora è arrivato l'autunno. La giornata è perfetta, il sole fa capolino tra le nubi e mi aspettano stimoli e movimento!

Pipaman porta pazienza che al mio ritorno da Lucca Monet non ce lo leva nessuno...

Ora vado! Mi aspetta il sovietico sferragliare della catena e il proletario sforzo sui pedali!

lunedì 17 ottobre 2011

Vorrei mille luoghi.

...ancora qualche minuto prima di andare a sbattere contro la routine...

...nel frigo avanzano due mozzarelle, spiedini, salsicce e insalata...

...vorrei essere qui...

domenica 16 ottobre 2011

...la vita che prosegue...

Un breve post in attesa dell'inizio della "grigliata familiare".
Il nome deriva dal fatto che vi partecipano anche le mogli e la prole dei miei storici amici, un gruppo unito che ogni anno rinnova il legame che ci unisce.
Beh fino a pochi anni fa ne facevamo ben due, all'inizio e alla fine della bella stagione, e sono sicuro che l'anno prossimo si ricomincerà con la vecchia tradizione in barba agli impegni che spesso ci assillano.
Il cibo è pronto e sono in arrivo delle poderose "mozzarelle di bufala", un insalata speciale, pane e dolci!
Abbiamo da fumare e da bere in abbondanza, sigari e superalcolici di classe...

E' bello poter spengere il cervello per qualche ora.

domenica 2 ottobre 2011

La sindrome del ritorno

Riesco finalmente a scrivere...
Il ritorno dalle vacanze ha avuto la piacevolezza di un frontale con una lastra i cemento armato.
ritmi insostenibili per affari sensa senso, anche se sono sicuro che ne verremo a capo...
Qui sotto la foto di un piccolo mercato in quel di Barcellona ove sono stato seriamente tentato di comprare una delle macchine fotografiche che vedete e solo il bagaglio Ryanair mi ha impedito di farlo!



Oggi invece mi aspetta una giornata bipolare. Entro breve uscirò per andare a passeggiare ed a vedere "Motherland"; dopo nel tardo pomeriggio dovrò dirigermi alla Nuova fiera di Roma per aiutare i miei compari a smontare gli stand che abbiamo allestito a Romics, la fiera del fumetto di Roma. Migliaia di giovani vestiti con abiti pittoreschi rigorosamente manga-style intenti a definire il nuovo folklore metropolitano.

Alla fine mi schianterò a casa sul divano...

lunedì 12 settembre 2011

mi consolo

Qui il tempo é grigio e tita un bel venticello ma la passeggiata é piacevole!
Il Centre Pompidou mi fa l'effetto di una sbronza, entro e dopo poco, ebbro delle mille opere contemporanee inizio a vagare a caso. Dopo più di tre ore la campanella chiama la chiusura ed io non avrei ancora finito...

Dentro pero' ci sono gli scatti originali di Paul Strand, mentre la Mostra sul suo mentore Lewis Hine l'ho vista poco prima alla Fondation Cartier Bresson...

Tristemente perdo la Maisonne Europeenne de la photographie che é chiusa lunedi' e pure martedi'...vabbé...e inoltre le ferie sono finite...

Ora vado a consolarmi con una crepes!

venerdì 9 settembre 2011

Bulimia fotografica

Ok. Le mostre fotografiche sono pazzesche per quanto sono intense. Ovviamente il sentimento che si prova dopo averle viste é di gran sollievo per la fortuna di vivere in questa parte del mondo. Alcune erano veramente etreme, anche nel modo brutale di mostrare certi drammi.
nel circuito OFF che riempie di foto la città, bar, boutique, casalinghi, praticamnte chiunque ha esposto delle foto e si trovano le cose più varie.
Dentro un negozio di fumetti c'erano appese quelle di un eremita, un vero eremita, che da 45 anni vive in una grotta tra i monti (non ho capito quali). Ha le sue stanzette ricavate nella roccia, una libreria e ovviamnte un letto appoggiato sulla pietra. Un faccino allegro e l'aria di chi se la spassa.

Ovviamente il ristorante dove vado a pranzare mi rifiuta il mio bancomat. Pace vada per il cash ma mi chiado, che ci sia un circuito per poveracci e uno per i più abbienti? O forse i franzosi non si fidano delle "blue cards" italiane?
Vabbé...
Domani bighellonero' tutto il giorno in attesa del treno notturno per Parigi.

Ormai siamo agli sgoccioli e già inizia a venirmi l'ansia per la vita in sospeso che ho lasciato indietro, cammino e inizio senza pensarci a fare il conto dei problemi, piccoli e grandi, da sistemare al ritorno. Mi fermo e mi obbligo a smettere, poi riprendo il cammino...

Ho fatto varie foto, metà delle quali con il cellulare semi sfasciato e l'altra metà con la DianaF+ a cui pero' il 3° giorno l'obbiettivo a fatto "plop" ed è cascato. L'ho rimesso a posto ma chissà cosa è venuto, inoltre una buona parte di queste foto le ho fatte con dei rullini "LOMO" che ho preso al MOCBA di Barcellona..."redscale"...bah...

Tra l'altro oggi alcune tra le foto mi hanno fatto tornare alla memoria gli "indignados". Pare che a Barcellona ce ne fossero un bel po ma io non ne ho visto nessuno...

Ora vado a sturarmi l'ennesima birretta, mi connettero' (sperem) un'ultima volta da Paris...

giovedì 8 settembre 2011

Ridicolo!

Qualcosa doveva succedere. Ho dovuto disdire una camera per telefono, con il mio inglese ridicolo e traballante, perchè non volevano la mia carta di credito pulciara e nemmeno il mio cash...e per giunta volevano che a dirglielo fosse l'omino di booking.com.
Ve lo immaginate il Nonno che si spiega in inglese al telefono...ecco é peggio!
Ora sono in ritardo e una camera mi costerà ancora di più...ma tant'é.
Poi esco da questo (se non altro comodo internet point) e me ne vado a cercare le fotografie.
Perpignan è bellina ma nulla più...

mercoledì 7 settembre 2011

Esplosioni!

...ovviamente il minicomputer esplode al terzo giorno di viaggio...
Chi so io la pagherà...accomodandolo in maniera definitiva. E dire che era l'oggetto definitivo di questa vacanza...
Comunque Beziers è stata una mezza delusione, con l'albergo più fetido della storia, un vicino di camera che assomigliava a Leatherface e una cittadina in cui misteriosamente il centro storico sembrava squallido e senza vita e la periferia allegra e sorridente.
Carcassonne invece, da dove scrivo ora, è bellissima e sono felice di averla visitata, uno scenario davvero unico con una città fortificata proprio come l'ho sempre immaginata. Una città densa di storia al centro di quella zona della Francia dove si svolse la 5° crociata, quella contro i poveri albigesi, eretici colpevoli di farsi i fatti loro in allegria e povertà. Chissà come mai il papa del tempo se la prese tanto...

Elimino vecchie magliette, calzini bucati e camiciole lise dal mio bagaglio come da programma e lui sembra gonfiarsi all'inverosimile...ci deve essere un errore. Ora la smetto di regalare soldi a questo internet point e mi vado a stendere ai giardinetti, devo perdere molte ore prima del treno...

Ovviamente spero di trovare un altro luogo da cui connettermi...vedremo...
Nel frattempo "il dolce far niente".

sabato 3 settembre 2011

Ultima mattinata...

Cerco il Parc guell e la Sagrada Familia anche per ritrovare le emozioni di tanti anni fa ma la moltitudine di persone che affolla questi posti, pare i più visitati di barcellona, smorza molto i miei sentimenti.
Sbaglio clamorosamente il menù del pranzo, perchè decido di risparmiare e vado ad un KFC...mai più in viaggio. Roba che ti si iazza sullo stomaco...
Poi vado a guardare da vicino la Agbar Tower, prodigioso cetriolone di quasi 200m tutto colorato e per finire una passeggiata osservando le famose cas di Gaudì e amici...ma è tardi per visitarle da dentro. Dovrò tornare a Barcellona.

Ma...c'è una cosa che mi ha colpito moltissimo ieri.
Il complesso ospedaliero di SantaCreu e San Pau, un insieme di edifici spettacolari, pieni di torri, piasterlle colorate, finestre ad arco e decorazioni varie. Praticamente più un castello che un ospedale...

Oggi partirò alla volta di Beziers in Francia...

venerdì 2 settembre 2011

...dorò tornare a Barcellona...

La connessione internet in questo posto la mattina è inesistente.
Ma andiamo oltre...
Il museo Picasso sarà fantastico, anche perchè ci sono praticamente solo dipinti e opere della gioventù, quando ancora si capiva qualcosa, ma un paio di panche per sostare le potevano pure mettere.
Ma il MOCBA (museo di arte contemporanea di Barcellona)! Che roba! C'era una mostra di roba underground dell'est europeo ai tempi della cortina di ferro!
C'era una retrospettiva su un artista spagnola degli anni '70 che faceva foto a tubi e labirinti con tende di plastica! Me la sono proprio spassata e l'edificio stesso è un portento; è di Richard Meier che poi è lo stesso dell'Ara Pacis a Roma. In effetti si assomigliano, tutti bianchi e pieni di vetrate...
Comunque pare che la presenza di questo museo abbia svoltato la vita di un quartiere un tempo squallido e degradato. Sarebbe il caso di meditare.
Cibo.
Il ristorante nel cortile del MOCBA lo consiglio caldamente, le uova strapazzate con salsicce erano delicatissime, come pure i calamari col cous-cous e un dolce cioccolatoso.
La sera invece sono impazzito, ho vagato per due ore pensando "ora mi faccio due tapas...ma sarà troppo tardi...magari cmmino un altro pò e trovo un vero ristorante..." e così all'infinito inchè non sono stramazzato in un posto superturistico che trasmetteva sul televisore interno il concerto di Jennifer Lopez e mi sono scolato circa u litro di sangria. La paella però era degna...




Oggi parc Guell, Sagrada Familia e le case di Gaudì e dei suoi amici modernisti. Che mattacchini...

giovedì 1 settembre 2011

Less Is More

Questo era il post di ieri ma la connessione era leentisimaaa...

...da dove inizio...
Forse dl fatto che ieri sono ruiuscito a prendere il giusto bus del COTRAL (alle 4.50 del mattino), ad imbarcarmi sul giusto aereo, prendere il giusto trenino dall'aeroporto di BARCELLONA (prima meta del mio peregrinare) e ad arrivare tosto nel giusto hotel!
Ed è da qui che vi scrivo stamattina, stanza minuscola ma pulita, colazione decente e gestori disponibili, insomma la base.
Appena arrivato sono crollato sul letto e ho riposato per qualche ora poi nel pomeriggio sono uscito per cominciare la visita; tappa numero uno Motuijc, l'unica collinetta di Barcellona sede di un enorme e monumentale museo d'arte che però visiterò domani. In raltà c'ero andato perchè in mezzo ai giardinetti che lo compongono cìè l Fundaciò Joan Mirò! Una quantità impressinante di dipinti con i suoi tipici pupazzetti ed nch le opere giovanili quando ancora dipingeva casette e animaletti (si fa per dire), comunque aveva un faccina simpatica, soprattutto da vecchio!
Io che vado dritto dritto a vedere Mirò invece di un paesggist ottocentesco...cambiano i tempi. Ma ci sarà tempo per il vecchiume...
La cosa più importante che volevo vedere però era il Padiglione tedesco (ricostruito) per la fiera universale del 1929 di Mies van der Rohe!
Una costruzione pazzesca, che ha definito l'architettura del'900, sarei potuto rimanere lì dentro per ore. Inoltre ho comprato questa...


Capito. Mica pizza e fichi!

Oggi mi sono sparato il MOCBA, di cui scriverò...e il Museo Picasso l cui cifra stilistica è la sofferenza.
Domani giuro che pasteggerò a KFC e Burger King... Però la paella!

lunedì 29 agosto 2011

...dove andrò?

Sono sommerso da fogli e foglietti, prenotazioni, check-in e mail di conferma di ogni tipo. Sono altresì convinto che nel mio piano, così meticolosamente organizzato, ci siano una o più falle; minuscole ed invisibili ma che avranno effetti devastanti. Comunque quello che è certo è che domani notte ni recherò alla stazione Termini per raggiungere l'aeroporto con un agile torpedone.
Dopo dovrei riuscire ad imbarcarmi su un aerovelivolo che mi trasporterà nella ridente... ?!?

Ho un mini computer con me e spero di collegarmi ovunque io sarò...

sabato 20 agosto 2011

...si ne sono stato capace...

Dunque mi sveglio presto stamattina, cioè alle 7.00...mica così presto, ma insomma abbastanza per me. Ho ancora le cispe ngli occhi e prendo la decisione di prenotare un albergo per una delle varie destinazioni del mio viaggio.
ERRORE! Io ancora non lo so ma la mattina non sono in grado di fare nulla...
Ostentando finta sicurezza mi seggo di fronte al pc(icci) e pigio dei tasti a caso...ed eccolo li: stanza singola, prezzo accettabile, bla bla bla...
Commetto errori a ripetizione.
1) sono al pc senza stampante e così non posso stampare la conferma.
Ma poco importa mi dico tanto lo farò quando arriverà la mail di conferma e...ooops!
2) ho dato una mail sbagliata. Come ho fatto? Chiedete a Sigmund Freud e la sua "psicopatologia della vita quotidiana"...
Più semplicemente il mio socio internettiano-multitasker mi confida che sono un coglione...
La vita è amara ma tra breve sarò in viaggio...

A proposito, per fare le foto mi porto la Polaroid e dunque potrò fare poce foto ma significative o la DianaF+ che mi permetterà di fare poche foto ma significative+1 ?

giovedì 18 agosto 2011

roba grossa...

Incredibile!! Questa mattina sono riuscito a prenotare un bilietto ferroviario on-line tutto da solo!!
E mica di un treno qualsiasi ma delle prestigiose T(te)G(je)V(vè)...
Ordunque questa tremenda emozione mi ha portato poi a uno stato di confusione mentale totale ed a commettere fail a ripetizione...ma tant'è...
E dire che già ieri sera, una volta tornato a casa, il cuore aveva avuto un sobbalzo nel vedere la puntata settimanale di superQuark.
Innanzitutto ho scoperto he dento di me ci sono 3kg di batteri, per la maggior parte annidati proprio li da dove esce tutto.
Insomma gridiamo tutti insieme "c'è un batterio nel mio culo ed è mio amico"!!
Ma il top si è raggiunto con le immagini dei funghi che crescono sulla caccona dei cavalli e che spara le sue spore
a velocità folle. Ovvero immaginate che un operatore con attrezzature da varie decine di migliaia di euro
è stato davanti ad una superpupù a pallette, li fermo immobile, a riprendere il tutto!
Mi ha ricordato i bei tempi andati della facoltà di biologia (esiste ancora?) quando si andava per pratia raccogliere bacarozzi e similia...
O tempora o mores!



lo so non è un cavallo...però è bellissima...

sabato 13 agosto 2011

...poi verranno i Kraftwerk...

E' sabato ed ho conquistato il fortino dell'EUR...
Sono solo e finalmente posso imporre una compilation decente.
Bando alle musiche adolescenzial-rockettare del Kobungo, vade retro al tristo-vintage anni 80' di HPdS e morte al satanismo occulto degli 883 tanto graditi al socio di maggioranza (di cui potete vedere una foto più in basso)...



...quindi largo ai TANGERINE DREAM!!
Mi terranno compagnia per almeno...una settimana.

giovedì 11 agosto 2011

un agosto...


Sono quasi pronto...
Grossomodo so cosa fare...
Pare che funzionerà...
Mi domando che errori farò?

Comunque la situazione lavorativa delle due settiman centrali di agosto presenta vari e irrisolvibili problemi. Con pazienza e calma riusciremo ad uscirne fuori ma lo ricorderemo con terrore.

Nel mentre la bianca architettura razionalista dell' EUR mi tiene compagnia e mi invita a fotografarla. Domani mi porterò fotocamera e rullini e vedrò il da farsi...

martedì 9 agosto 2011

uno sguardo proteso verso il futuro

E' estate e l'aria calda che evapora sull'asfalto incandescente evoca miraggi di meraviglie lontane e irraggiungibili.
La realtà è un'altra cosa.
E' realtà che io ho fatto l'obiettore di coscienza.
Il militare non mi attirava, la triste routine del "fai la buca, riempi la buca" senza alcun senso logico mi infastidiva al solo pensiero.
Ecco sono passati ormai più di vent'anni e la realtà, implacabile, mi ha raggiunto.
Il socio di maggioranza (che vedete nella foto)

con slancio ardito ed eroico ha intrapreso la politica del "smonta lo scaffale, rimonta lo scaffale"!
Gli esiti li vedremo...
Per ora un solo grido si leva impetuoso dai nostri cuori:"O scaffale, o morte!".

Nel mentre si aggirano nel sottomondo Superminions con manie di grandezza, stop del 12 e tiranti d'acciaio...

lunedì 8 agosto 2011

il socio di maggioranza saluta soddisfatto le folle tronfio del suo operato


Il bello della vita è che non finisce mai di stupirti!
Stamattina mi sveglio fresco e riposato, dopo aver passato una domenica a spasso
facendo inutili foto Polaroid e gustando deliziosi gelati e mi dirigo tosto verso
il TRITACARNE.
Il magazzino è esploso...scaffali a terra, fumetti e DVD sparsi ovunque,
assoluta impossibilità di deambulazione
dato l'accatastarsi in ogni angolo di masserizie varie.
Quando infine arriva H(enry)P(ioggia)diS(angue) mi spiega l'accaduto.
Il nostro socio di maggioranza, persona allegra ed arguta,sabato sera in un impeto maoista
decide di balzare in avanti ed iniziare a smobilitare l'assetto immutabile dell'
obsoleto magazzino.
Lui e MrMox(il superminions). Due geni del male.
Il risultato che ottengono è di farsi crollare addosso 3 metri di scaffalatura,
dopodichè se ne tornano a casa felici e sghignazzanti.
Ora Io e HPdS abbiamo 4 giorni per sistemare tutto...

Smontatio, trapanatio, avvitazio, sistematio...etc...

lunedì 1 agosto 2011

L'allegra mattonata

una pausa nel TRITACARNE.

Da stamattina,
fai ordine,
pulisci vetrina.
sposta scaffali,
versa in banca,
sistema fumetti,
innalza cuscini

la triste poesia del lavoro più bello del mondo.

Pfff...ed il fisico si sgonfia...
ho scoperto che la mia barretta dell'energia si scarica
definitivamente dopo pranzo.
Sarà colpa della digestione?? Non direi...
Dell'età...beehh...

Rimango dunque immobile e fisso lo schermo.
Per riprendermi ho messo come sfondo un'immagine
dell'allegro Borghezio mentre arringa le folle
col suo fare sbarazzino e impertinente!

Allora mi fermo è deciso.
per ora...

domenica 31 luglio 2011